rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Il punto

Le piogge di maggio non hanno riempito gli invasi: è ancora emergenza idrica

Precipitazioni superiori alla media, ma resta deficit accumulato nel corso dei mesi: i livelli sono i peggiori da 20 anni

I danni della siccità non sono stati mitigati dalla pioggia di maggio. A dirlo è l'analisi del servizio agrometereologico della regione siciliana, che ha analizzato le precipitazioni registrate per il mese appena trascorso.

DOSSIER - Abbandonato e vandalizzato, vi portiamo dentro al dissalatore "fantasma" di Porto Empedocle 

Le piogge hanno infatti interrotto la lunga serie di mesi di totale assenza di acqua dal cielo (la media regionale della precipitazione mensile è risultata pari a  47 millimetri circa, a fronte di quella registrata nel periodo 2003-2022 che risulta pari a 17 millimetri circa) ma non abbastanza per riempire dighe e invasi.

DOSSIER - Rubinetti a secco e acqua persa per strada: da 15 anni la nuova rete idrica di Agrigento ostaggio della burocrazia

"A fine maggio le precipitazioni accumulate in Sicilia negli ultimi 12 mesi, - dicono dal Sias - con una media regionale
di 453 mm, sono scese sotto la soglia psicologica di 500 mm medi, valore che non si registrava dalla grande siccità del 2002, quando nello stesso periodo l'accumulo medio risultava essere stato di 415 mm. Spiccano le aree della regione, principalmente nella Sicilia centro-orientale e sulla fascia centro-meridionale, dove gli accumuli annuali sono inferiori a 300 mm, con deficit che arrivano a superare il 60% a livello annuale, come a Catania, dove con soli 240 mm caduti in un anno, mancano all'appello oltre 400 mm di pioggia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le piogge di maggio non hanno riempito gli invasi: è ancora emergenza idrica

AgrigentoNotizie è in caricamento