rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca

Udienze in remoto, primi quattro processi per direttissima ad Agrigento

Sul banco degli imputati quattro immigrati, arrestati in flagranza di reato

Quattro udienze per direttissima - e sono state le prime - oggi, da remoto, al tribunale di Agrigento. Il giudice Antonio Genna era collegato dalla sua residenza di Marsala.

Così come da remoto erano collegati il vice procuratore onorario Roberto Gambina, i difensori e i cancellieri, presenti in ufficio, mentre gli indagati (4 immigrati arrestati ieri in flagranza di reato, fra Agrigento e Palma di Montechiaro, per violazioni in materia di immigrazione) erano in collegamento dai locali del commissariato di Palma di Montechiaro e della Questura di Agrigento. 

Tutto è avvenuto - garantendo piena tutela della sicurezza degli operatori e degli indagati - dopo diversi giorni di intese tra i
dirigenti degli uffici giudiziari, magistrati e il consiglio dell'Ordine degli avvocati e i rappresentanti delle forze dell'ordine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udienze in remoto, primi quattro processi per direttissima ad Agrigento

AgrigentoNotizie è in caricamento