Cronaca

Emergenza Coronavirus, il segretario dei medici italiani: "Tamponi di massa"

Lo pneumologo Giuseppe Catania: "Si rende necessario uno screening sul dieci per cento della popolazione"

"Allo stato attuale non si hanno dati statistici significativi sulla effettiva entità e trasmissione del Coronavirus (covid-19), ma soltanto stime che risultano fallaci e fuorvianti. Si rende, pertanto, necessario uno screening di massa per saggiare almeno il 10% della popolazione, presa a random, al fine di avere contezza sull’effettiva diffusione del virus, tenuto conto che molti soggetti già contagiati o sono asintomatici, o hanno una sintomatologia molto lieve, oppure diagnosticati per altro tipo
d’infezione".

Lo pneumologo Giuseppe Catania, segretario del sindacato medici italiani, propone con una lettera aperta, lo screening di massa per avere un quadro della situazione più dettagliato.

"E' giusto e doveroso - ricorda - mantenere le distanze sociali. Bisogna attenzionare molto alla carica virale sviluppata dal soggetto portatore del virus, più è alta maggiore è rischio di trasmissione della malattia.  Puntare molto sull'immunità innata, detta anche naturale o nativa, contando molto nei meccanismi di difesa cellulare e biochimici pre-esistenti all'infezione e presenti a reagire con rapidità".

"Il virus influenzale senza i vaccinati - aggiunge - forse avrebbe portato a maggiori mortalità. La letalità di questo virus non può essere maggiore di un virus influenzale, in quanto non avrebbe interessato quasi totalmente la fascia più vecchia, ma tutte le fasce".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, il segretario dei medici italiani: "Tamponi di massa"

AgrigentoNotizie è in caricamento