menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giustizia, slitta ancora il voto per il consiglio forense: nuovi casi per le udienze in remoto

L'Ordine degli avvocati avrebbe dovuto essere rinnovato i prossimi 16, 17 e 18 aprile: video-collegamento pure per gli interrogatori di garanzia

L’emergenza legata al contagio da Coronavirus, che ha già paralizzato l’attività giudiziaria, stoppa per la seconda volta le elezioni per il rinnovo del consiglio dell’Ordine degli avvocati. Le nuove date erano state fissate per i prossimi 16, 17 e 18 aprile: il commissario dell'Ordine degli avvocati, Silvio Miceli, nelle prossime ore, formalizzerà il rinvio delle elezioni - inizialmente previste a partire dal 12 marzo e annullate per lo stesso motivo – prevedendo uno slittamento più robusto in considerazione dell’annunciata volontà del governo di prolungare ancora per un lungo periodo le misure di contenimento finalizzate a limitare il contagio.

Intanto, sempre nelle prossime ore, con la firma del presidente del tribunale Pietro Maria Falcone, sarà estesa l’applicazione del protocollo per la celebrazione dei procedimenti in remoto, con la presenza contemporanea delle parti, collegate da posti diversi in videocollegamento, anche agli interrogatori di garanzia, finora esclusi dalla trattazione a distanza prevista solo per le udienze di convalida e per i giudizi direttissimi. Le udienze fissate dopo l’applicazione delle misure cautelari, invece, si sono celebrate normalmente in tribunale con l’adozione di misure di sicurezza come il mantenimento delle distanze e l’uso di guanti e mascherine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento