menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza Coronavirus, decise le misure per il tribunale: "Mascherine e presenza ridotta al minimo"

Varato un piano di sicurezza dopo il vertice nell'ufficio del procuratore Luigi Patronaggio con i vertici dell'Asp e degli altri uffici giudiziari

L'asp fornira' i presidi medico-sanitari - in sostanza guanti e mascherine - e sarà ridotta la presenza di persone in tribunale al minimo. Nelle aule di udienza saranno ammesse le sole parti necessarie. Sarà inoltre applicato il decalogo del ministero e si farà un'adeguata campagna di informazione.

L'emergenza Coronavirus irrompe al tribunale di Agrigento. Al termine di un vertice, tenuto nell'ufficio del procuratore della Repubblica, Luigi Patronaggio, al quale hanno partecipato anche il presidente del tribunale Pietro Maria Falcone, i dirigenti della cancelleria e i vertici dell'Azienda sanitaria provinciale, sono state adottate stringenti misure precauzionali. 

Già oggi, su iniziativa di due singoli magistrati del settore penale, in un caso sollecitata dal pm, è stato deciso, in via prudenziale, "per ragioni legate alla salute pubblica", di celebrare udienze dibattimentali - dove, salvo esigenze di questo tipo, per legge, a pena di nullità, le porte devono essere aperte e deve essere ammesso il pubblico - senza la presenza di persone diverse dalle parti processuali.

Le nuove misure, che al momento non prevedono una scadenza, saranno in vigore da domani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento