menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un precedente trasferimento di migranti

Un precedente trasferimento di migranti

Cerca un medico per salvare il fratellino, col barcone giunge a Lampedusa

Il tredicenne egiziano Ahmed è stato già trasferito a Porto Empedocle e domattina partirà per Firenze dove, con un ponte aereo, arriveranno i genitori ed il bimbo ammalato

E' sbarcato a Porto Empedocle, Ahmed, il tredicenne egiziano che ha lasciato il paese di origine in cerca di un medico che potesse curare il fratellino di sette anni. Ahmed, assieme ad altre 139 persone di cui 18 minori non accompagnati, è giunto con il traghetto da Lampedusa dove era arrivato nei giorni scorsi. 

Ahmed, non appena è sbarcato a Lampedusa, ha raccontato la sua storia. Ha detto che cercava un medico per curare Farid, il fratellino di 7 anni, affetto da piastrinopenia. Il tredicenne egiziano avrebbe detto: "Aiutatemi a farlo operare e a farmi lavorare per pagare le spese".

Il piccolo è stato preso in consegna dai poliziotti dell'ufficio minori della divisione polizia Anticrimine della Questura di Agrigento che domattina ne cureranno il trasferimento a Firenze. Nel capoluogo toscano, infatti, il piccolo Ahmed attenderà, in un’idonea comunità di accoglienza per minori, l’arrivo del fratellino ammalato e dei genitori - dei contadini che non hanno i mezzi per curare il più piccolo dei loro figli - previsto per i prossimi giorni. 

La catena di solidarietà per salvare Farid è cominciata grazie ai lettori del Corriere - ed è lo stesso quotidiano a darne notizia - . Il dipartimento Libertà civili e immigrazione del Viminale è già al lavoro - stando a quanto ricostruisce il Corriere della Sera - per un trasferimento lampo dell'intera famiglia. Un ponte aereo Cairo-Firenze. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento