Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

L'economia licatese è in ginocchio, Gallì: "Occorrerà ricostruire sulle macerie?"

Il commerciante: "Adesso si prospettano tempi notevolmente peggiori, e per alcuni, probabilmente arriverà il momento della scelta se chiudere definitivamente"

L’economia licatese è in ginocchio. Sullo sfondo ci sarebbe la chiusura di molte attività. A parlare, al quotidiano La Sicilia, è stato Franco Gallì commerciante del centro storico licatese.  

"Al di là dei pochissimi esercizi autorizzati alla prosecuzione delle attività, e in considerazione delle previsioni di riapertura, probabilmente parziale a partire dalla seconda metà di aprile, è chiaro che le attività commerciali di Licata pagheranno un costo altissimo per questa pandemia. Già la situazione non era delle migliori - dice Gallì a La Sicilia - dovuta in parte al tessuto economico della città, in parte alla rivoluzione delle vendite on line, entrambi fenomeni che seppur con caratteristiche diverse hanno finito per incidere pesantemente sul giro d’affari. Adesso si prospettano tempi notevolmente peggiori, e per alcuni, probabilmente arriverà il momento della scelta se chiudere definitivamente. I mancati incassi di questi quaranta giorni - commenta  Franco Gallì – genereranno una crisi di liquidità che a cascata andrà a incidere sulla solvibilità dell’azienda. Come si pagheranno i fornitori, ma non solo quelli, anche le tasse, gli affitti, le 'semplici' utenze?'. Tutte le persone che per il momento non stanno lavorando, e sono senza protezione, come potranno permettersi di ricominciare ad alimentare i consumi? Occorrerà ricostruire sulle macerie?". Sono queste le persone di uno dei commerciali più conosciuti a Licata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'economia licatese è in ginocchio, Gallì: "Occorrerà ricostruire sulle macerie?"

AgrigentoNotizie è in caricamento