menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due minori in una sala scommesse, questore sospende l'attività

Per dieci giorni l'esercizio dovrà rimanere chiuso, gli agenti avevano già sanzionato il titolare

All’interno della sala scommesse erano stati trovati due minori. Motivo per il quale i poliziotti del commissariato di Canicattì, che sono coordinati dal vice questore Cesare Castelli, avevano sanzionato il titolare. Ieri, il questore di Agrigento Maurizio Auriemma – tramite la divisione polizia Amministrativa, che è diretta da Fatima Celona, ha adottato un provvedimento di sospensione dell’attività: per 10 giorni la sala scommesse di Canicattì dovrà restare chiusa. Rientra, infatti, nelle competenze del questore la possibilità di sospendere o revocare la licenza di un pubblico esercizio nel caso di abuso da parte del titolare. 

Lo scopo di tale facoltà è quello di tutelare la sicurezza e la legalità delle attività dei pubblici esercizi e, in modo particolare, serve da deterrente nei settori più esposti alla criminalità quali quelli del gioco e delle scommesse. A Canicattì, come nel resto della provincia di Agrigento, i controlli sulle sale scommesse, ma non soltanto, naturalmente, proseguiranno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento