menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna di moda l'ecstasy, sequestrato anche hashish: arrestato un senegalese

Il blitz dei carabinieri, che avevano notati movimenti sospetti, è scattato in piazzale Rosselli. In azione pure le unità cinofile

Le pastiglie di ecstasy sono tornate di moda. Sequestrato, però, anche dell'hashish. E' questo il risultato - che ha anche portato all'arresto di un segnelalese 23enne - del blitz effettuato, dai carabinieri della compagnia di Agrigento, in piazzale Rosselli: la zona dei terminal dei bus extraurbani. 

I carabinieri, nelle ultime ore, nel corso di un’attività informativa e di osservazione, dopo aver notato movimenti anomali in piazzale Rosselli, hanno fatto scattare un controllo. L'area è stata circondata da una decina di militari con unità cinofile. Nelle maglie dei controlli sono incappati alcuni individui ritenuti sospetti. "Tra questi, in particolare, vi era un giovane che è apparso sin da subito agitato. I militari gli hanno chiesto cosa stesse facendo a quell’ora in giro, nonostante la rigida temperatura - hanno ricostruito ufficialmente dal comando provinciale dell'Arma di Agrigento -  . L’uomo, dopo aver fornito i documenti, ha cercato di giustificarsi dicendo che stava solo facendo due passi. Insospettiti, i carabinieri hanno deciso di perquisirlo. Dalle tasche del giubbotto del senegalese è saltato fuori un involucro contenente un etto e mezzo di hashish che si ritiene dovesse essere destinato ad illecite attività, nonché numerose banconote ritenute frutto dell’attività di spaccio. Da una tasca dei pantaloni, invece, sono uscite fuori una dozzina di pastiglie colorate di ecstasy: la droga dello “sballo”. Droga che, talvolta, viene ritenuta - ad errore - meno pericolosa. Si tratta, invece, di una sostanza stupefacente caratterizzata dalla elevata neuro-tossicità che provoca, in chi la assume, la degenerazione irreversibile dei neuroni" - hanno spiegato dal comando provinciale dell'Arma - .

I carabinieri hanno, dunque, al termine dei controlli, sequestrato la droga e oltre 400 euro in contanti. Il giovane immigrato, da qualche tempo domiciliato ad Agrigento, è stato arrestato per l'ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Su disposizione della Procura, il senegalese è stato portato in carcere.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento