rotate-mobile
Cronaca Favara

Giro di eroina fra Favara e Palermo: processo al via dopo 12 anni

Il giudice rigetta la richiesta della difesa che chiedeva di dichiarare nulli i capi di imputazione

I capi di imputazione non sono generici e il processo va celebrato davanti al tribunale di Palermo e non ad Agrigento. Il giudice monocratico Marina Minasola rigetta le eccezioni della difesa: il processo a carico di quattro imputati ai quali si contesta di avere messo in piedi un giro di eroina fra Favara e il capoluogo dell'Isola, può partire a distanza di 12 anni dai fatti.

Gli imputati sono Salvatore Caramanno, 42 anni; Lorenzo Di Dio, 29 anni; Lorenzo Cardile, 37 anni e Giuseppe Matina, 50 anni; tutti di Favara. I fatti sono molto vecchi e risalgono al 2009. Il gruppo avrebbe fatto la spola fra Favara e Palermo per rifornirsi la droga, facendo anche attenzione a curare gli aspetti logistici ed eludere i controlli delle forze dell'ordine.

Nel 2017 la difesa aveva sollevato la prima eccezione che aveva portato all'annullamento del processo perchè si era arrivati davanti al giudice monocratico senza passare dall'udienza preliminare. Nei mesi scorsi i difensori, gli avvocati Angelo Benvenuto, Salvatore Cusumano, Giuseppe Barba e Donatella Mangiapane, hanno sollevato nuove questioni, fra cui l'incompetenza territoriale sostenendo che il gruppo, secondo l'ipotesi accusatoria, avrebbe operato in prevalenza nell'Agrigentino tanto che, quindi, il processo non si sarebbe dovuto celebrare al tribunale di Palermo.

Richieste che sono state disattese ma l'inizio del dibattimento vero e proprio è slittato al 17 marzo per l'assenza dei testi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di eroina fra Favara e Palermo: processo al via dopo 12 anni

AgrigentoNotizie è in caricamento