menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il giudice Alberto Davico

Il giudice Alberto Davico

"Coltivazione e spaccio di stupefacenti", convalidati gli arresti

Calogero Sarullo, di 59 anni, resta in carcere mentre la moglie, Antonina Sarullo, di 49 anni, ai domiciliari

Calogero Sarullo, di 59 anni, resta in carcere e la moglie, Antonina Sarullo, di 49, ai domiciliari. Il Gip del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, ha convalidato l’arresto dei due riberesi per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, disponendo le misure cautelari che erano state sollecitate dal sostituto procuratore Michele Marrione.

Fra ulivi e fichi d'India scovata una tonnellata di marijuana 

I due sono indagati nell’ambito dell’operazione che ha portato al maxi sequestro di droga effettuato dai carabinieri in contrada Scirinda, nel territorio del Comune crispino: oltre 150 piante di canapa indiana, alte quasi tre metri, quasi tutte già fiorite e pronte per il cospicuo raccolto; 40 chili di marijuana. 

IL VIDEO. Trovata un'area dedicata all'essiccazione della marijuana

Nell’udienza di convalida, ieri mattina, nel carcere di Sciacca, Calogero Sarullo avrebbe ammesso i fatti, aggiungendo, però, che l’obiettivo non era quello di cedere ad altri lo stupefacente. La moglie, invece, al palazzo di giustizia, si è avvalsa della facoltà di non rispondere. In tarda mattinata il giudice Alberto Davico ha depositato il provvedimento a carico dei due difesi dall’avvocato Giovanni Forte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento