rotate-mobile
Cronaca

"Spacciavano al supermercato durante il lockdown", i particolari dell'operazione "Piramide"

I presunti pusher, approfittando del fatto che in quei giorni si poteva uscire solo per fare la spesa, avrebbero smerciato la droga fra i banchi dei negozi di alimentari: 150 carabinieri per eseguire il blitz

"Sono state registrate delle cessioni di stupefacente al supermercato. Eravamo, quando l'inchiesta e' stata avviata, in tempo di lockdown da Covid e l'unico luogo nel quale si poteva andare liberamente, con una autocertificazione, era solo il supermercato le cui telecamere esterne hanno documentato lo spaccio". Lo ha spiegato il capitano Alberto Giordano, a capo del Nor della compagnia dell'Arma di Agrigento, durante la conferenza stampa tenuta per illustrare i dettagli dell'operazione antidroga "Piramide".

"Sono stati segnalati alla Prefettura o raggiunti da misure cautelari sia uomini che donne giovanissimi e di mezza eta'. Il fenomeno non riguarda soltanto i ragazzi" - ha aggiunto l'ufficiale - .

"Fiumi" di cocaina e hashish in tutta la provincia: scatta l'operazione "Piramide"

"Sono stati schierati, stanotte, 150 carabinieri di Agrigento, con il supporto dei militari di Caltanissetta, Palermo, Catania, Ragusa e Siracusa. Un dispositivo massiccio per raggiungere i 26 destinatari delle ordinanze di custodia cautelare. L'inchiesta e' iniziata nel maggio del 2019 ed e' durata poco meno di un anno ed ha permesso di individuare chi si doveva occupare dell'approvvigionamento degli stupedacenti, chi doveva spacciare al dettaglio".

"Operazione Piramide", ecco le immagini del blitz

Lo ha aggiunto, in occasione dell'incontro con i giornalisti, il maggiore Marco La Rovere, a capo della compagnia dei carabinieri di Agrigento, durante la conferenza stampa tenuta per illustrare i dettagli dell'operazione antidroga "Piramide" che ha fatto finire 7 indagati ai domiciliari. "Abbiamo voluto abbassare questa crescente volonta' di appropriarsi del territorio,  ma anche il nostro desiderio di essere i tutori di qualsiasi parte del territorio e non lasciare mai delle zone d'ombra - ha aggiunto il maggiore La Rovere - dimostrando che lo Stato c'e'. Abbiamo dimostrato quindi che da Agrigento, Favara e Canicatti' fino ai paesi del Nisseno, nessun territorio viene trascurato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spacciavano al supermercato durante il lockdown", i particolari dell'operazione "Piramide"

AgrigentoNotizie è in caricamento