Sabato, 13 Luglio 2024
Operazione "Hybris" / Licata

L'inchiesta antidroga al "Bronx" di Licata: 31enne ai domiciliari

Il tribunale del riesame ha sostituito la misura cautelare per uno dei presunti componenti del clan che smerciava stupefacenti a cavallo delle province di Agrigento e Caltanissetta

I giudici del tribunale del Riesame hanno disposto la scarcerazione di Giuseppe Pasqualino, 31 anni, di Gela, arrestato nell'ambito della maxi inchiesta "Hybris" su un vasto giro di droga nel "Bronx" di Licata. L’uomo lascia il carcere e viene sottoposto agli arresti domiciliari con obbligo di braccialetto elettronico.

Il 31enne, lo scorso 21 febbraio, era stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Agrigento nell’ambito della vasta operazione che ha sgominato un traffico di stupefacenti che aveva diverse diramazioni nel Nisseno e nel Catanese.

Pasqualino, in particolare, è accusato di essere uno dei componenti della cellula gelese che riforniva la droga a Michele Cavaleri, ritenuto la figura di spicco dell'operazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta antidroga al "Bronx" di Licata: 31enne ai domiciliari
AgrigentoNotizie è in caricamento