Cronaca

Droga, disposti i domiciliari per 25enne: non ha però una casa e finisce in carcere

I poliziotti delle Volanti avrebbero dovuto eseguire un provvedimento di aggravamento sulla misura dell'obbligo di dimora

Lo cercavano perché gli si doveva notificare un aggravamento della misura cautelare alla quale era sottoposto: l’obbligo di dimora a Naro. Non lo trovavano però né a Naro e nemmeno ad Agrigento dove era solito aggirarsi, nonostante i divieti. Venerdì pomeriggio quando è stato avvistato, nel centro della città dei Templi, i poliziotti della sezione Volanti hanno subito bloccato il nigeriano venticinquenne, una loro “vecchia conoscenza” per droga. E’ stato portato in caserma, alla “Anghelone”, dove gli è stato notificato il provvedimento che lo sottoponeva agli arresti domiciliari, in aggravamento dell’obbligo di dimora a Naro appunto. Ma quell’immigrato non aveva né domicilio, né casa dove poter essere collocato.

A contattare, per riferire sulla situazione, il magistrato della Corte d’appello di Palermo sono stati proprio gli agenti della sezione Volanti. E l’autorità giudiziaria ha disposto la carcerazione dell’immigrato. Quindi anziché finire ai domiciliari, in aggravamento della precedente misura cautelare, è stato portato al carcere di Gela. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, disposti i domiciliari per 25enne: non ha però una casa e finisce in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento