rotate-mobile
Operazione Casuzze / Canicattì

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì: chieste 9 condanne

Gli imputati sono accusati di avere smerciato hashish, marijuana e cocaina: della banda avrebbero fatto parte pure quattro donne. Altri due hanno chiesto di patteggiare e tre rischiano il rinvio a giudizio

Nove richieste di condanna, altri due imputati chiedono di patteggiare e tre rischiano il rinvio a giudizio. Il procedimento scaturito dall'inchiesta antidroga "Casuzze", che ha disarticolato un giro di spaccio che sarebbe stato messo in piedi fra Favara e Canicattì, si divide in tre tronconi.

Sotto accusa: Michele Bongiorno, 30 anni; Alisea D’Ippolito, 20 anni; Vanessa Fallea, 29 anni; Gabriele Gramaglia, 25 anni; Alexsandru Adonis Hoamea, 29 anni; Giovanni Lombardo, 27 anni; Bah Ousmane, 21 anni; Carmelo Papia, 34 anni; Floriana Pia Pullara, 21 anni; Cristina Schembri, 24 anni; Antonio Sciortino, 45 anni; Calogero Sorce, 28 anni; Angelo Stagno, 28 anni e Domenico Stagno, 21 anni.

Il pubblico ministero Gloria Andreoli ha chiesto la condanna di Bongiorno (2 anni, 6 mesi e 20 giorni), D'Ippolito (10 mesi e 20 giorni), Lombardo (1 anno e 4 mesi), Pullara (3 anni e 8 mesi), Schembri (4 anni), Sciortino (3 anni, 1 mese e 10 giorni), Sorce (2 anni, 3 mesi e 10 giorni), Angelo Stagno (3 anni, 1 mese e 10 giorni) e Domenico Stagno (10 mesi e 20 giorni). Le condanna proposte sono ridotte di un terzo per effetto del rito abbreviato. Papia e Gramaglia hanno chiesto di patteggiare mentre Ousmane, Fallea e Hoamea non hanno chiesto riti alternativi e rischiano il rinvio a giudizio. 

Sono 70 gli episodi di cessione di droga contestati. Lo smercio, in prevalenza, riguardava l'hashish ma non solo: l'indagine ha consentito di accertare numerosi episodi di spaccio di marijuana e cocaina. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì: chieste 9 condanne

AgrigentoNotizie è in caricamento