rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Sopreso a coltivare droga in casa, confermata condanna per 48enne

La sospensione condizionale della pena sarà concessa solo se svolgerà attività di pubblica utilità, alle dipendenze del Comune di Agrigento, per due mesi, nel settore del verde pubblico

Un anno e quattro mesi di reclusione per l’accusa di coltivazione di droga. La sospensione condizionale della pena sarà concessa solo se svolgerà attività di pubblica utilità, alle dipendenze del Comune di Agrigento, per due mesi (due ore per cinque giorni a settimana), nel settore del verde pubblico.

I giudici della quarta sezione della Corte di appello di Palermo confermano la sentenza emessa, il 10 luglio dell'anno scorso, dal giudice dell’udienza preliminare di Agrigento, Alessandra Vella, nei confronti di Simone Castagna, 48 anni, arrestato dai carabinieri il 26 settembre del 2018 dopo che gli sono stati trovati 300 grammi di marijuana appena coltivata nella sua abitazione.

Castagna, difeso dagli avvocati Daniele Re e Giulia Cristodaro, era stato bloccato dai carabinieri al termine di un blitz nella sua abitazione di piazza Ravanusella: i militari, al termine di una breve attività investigativa, gli trovarono una piccola coltivazione di tre piantine di droga per un totale di circa 300 grammi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopreso a coltivare droga in casa, confermata condanna per 48enne

AgrigentoNotizie è in caricamento