menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Spaccio di droga nella movida estiva di San Leone", il riesame annulla due arresti

Il tribunale della libertà scarcera i due indagati finiti agli arresti domiciliari

I due imputati finiti agli arresti domiciliari tornano liberi: l’operazione “Sunlight drug”, che il 9 novembre ha fatto scattare cinque misure cautelari, nell’ambito di un’inchiesta che ipotizza un giro di spaccio di hashish, anfetamine, ecstasy e cocaina, a San Leone, non regge del tutto al riesame.

L’ordinanza cautelare era stata emessa dal gip del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, su richiesta del sostituto procuratore Gloria Andreoli. Le indagini sono state svolte sul campo dalla squadra mobile. Il giudice aveva disposto gli arresti domiciliari per Alessandro Calogero Trupia, 30 anni; e per Faisal Haouari di 27 anni. Obbligo di dimora con prescrizioni, invece, per Luigiandrea De Marco di 20 anni e per Angelo Battaglia di 22 anni. Divieto di dimora in provincia di Agrigento, inoltre, per il gambiano Ebrahim Sanneh, 26 anni.

Il tribunale della libertà, al quale si sono rivolti i difensori di Trupia e Haouari, rispettivamente gli avvocati Leonardo Marino e Salvatore Pennica, hanno annullato le due ordinanze. L’indagine della polizia è stata effettuata nell'estate del 2018 a San Leone, frazione balneare maggiormente popolata e frequentata dai più giovani nei mesi più caldi dell’anno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento