Droga, due fidanzati finiscono in manette: a casa loro trovate coca, hashish e marijuana

L'intervento dei carabinieri è avvenuto al termine di una breve attività investigativa: durante la perquisizione la "roba" è stata trovata in cucina

I carabinieri hanno arrestato due ventenni individuati con varie dosi di cocaina e marijuana. Gli uomini della Stazione di Campobello di Licata al termine di una breve attività investigativa svolta con pedinamenti ed appostamenti, hanno fatto irruzione in un’abitazione del centro del paese dove abitano i due fidanzati che nella vita svolgono il lavoro di commercianti di ortofrutta. Durante una perquisizione in cucina, in mezzo ad alcuni pacchi di cibo, sono saltate fuori otto dosi di cocaina del peso di circa 1 grammo e mezzo, 15 dosi di marijuana del peso di circa 16 grammi ma anche 3 grammi di hashish. Inoltre, all’interno dell’abitazione in questione sono stati trovati e sequestrati 4 bilancini digitali di precisione nonché materiale vario solitamente utilizzato per confezionare le dosi di droga.

Per i due giovani, a quel punto, non essendo stati in grado di fornire alcuna giustificazione sul possesso della “roba”, sono subito scattate le manette ai polsi con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e l’autorità giudiziaria, dopo aver convalidato l’arresto, ha applicato nei loro confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione presso la locale caserma dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Anziano si fa masturbare in strada: nuovo caso di atti osceni in luogo pubblico

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento