"Beccato" con la droga, 19enne di Agrigento finisce agli arresti domiciliari

Salvatore Danese stava viaggiando come passeggero a bordo di un ciclomotore in viale Leonardo Sciascia. A seguito del controllo e della perquisizione dei carabinieri, è stato trovato in possesso di 8 grammi di hashish e 0,5 grammi di marijuana

(foto archivio)

Avrebbe nascosto nelle tasche alcune dosi di hashish e marijuana che, per i carabinieri, erano pronte per essere spacciate. Così i militari della Stazione di Villaggio Mosè stanotte hanno arrestato Salvatore Danese, operaio agrigentino di 19 anni, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane stava viaggiando come passeggero a bordo di un ciclomotore in viale Leonardo Sciascia, nel quartiere di Villaggio Mosè.

A seguito del controllo e della perquisizione dei carabinieri comandanti dal maresciallo Mercurio Lingria, il 19enne è stato trovato in possesso di 8 grammi di hashish e 0,5 grammi di marijuana. L'operaio è stato accompagnato nella sua abitazione, dove si trova ristretto agli arresti domiciliari in attesa della direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento