menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accusa un malore in acqua, poliziotti tentano di salvarla: muore poco dopo

Il dramma si è consumato a Lampedusa, sulla spiaggia della Guitgia

Dramma a Lampedusa, due poliziotti tentano di salvare una donna ma la malcapitata muore poco dopo.  E’ successo a Lampedusa, nella spiaggia della Guitgia.

I due agenti Improvvisamente sentono una donna 72enne in acqua che grida, chiedendo aiuto disperatamente. I due poliziotti, senza alcuna esitazione, si gettano in mare e dopo avere nuotato per circa 100 metri, raggiungono in breve tempo la bagnante, accorgendosi che la donna che chiedeva aiuto non era in difficoltà, ma gridava affinchè venisse prestata assistenza ad un’altra signora che, accanto a lei, galleggia priva di sensi. L’assistente capo Caggiano, immediatamente aggancia, con non poche difficoltà, il corpo della donna sostenendogli il capo fuori dall’acqua cominciando l’avvicinamento verso la riva, supportato nella circostanza dalla preziosa collaborazione del capo Pagnottella. La considerevole distanza dalla riva e la particolare conformazione del fondale rendevano poco agevole il trasporto, ma l’esperienza dei due poliziotti consente loro di giungere fino a riva. Luigi Caggiano, si accascia a terra stremato dalla fatica ed accusando anche un malore, avendo ingerito durante l’azione di soccorso una notevole quantità d’acqua. Sulla battigia, la donna viene immediatamente soccorsa oltre che da Riccardo Pagnottella, specializzato in manovre di rianimazione BLS-D, anche da altro personale qualificato che si trova sulla spiaggia, un ufficiale della Guardia costiera ed un’ nfermiera professionale del 118, grazie alla cui collaborazione si procede a massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca, nel disperato tentativo di strapparla alla morte. Manovre applicate ininterrottamente sino all’arrivo dell’ambulanza del 118 che provvede al trasporto della malcapitata presso il poliambulatorio dell’isola. Nonostante le cure prestate, la bagnante non ce la fa. Il Questore Maurizio Auriemma, in attesa di incontrare i due agenti al loro rientro da Lampedusa, ha espresso telefonicamente a Luigi Caggiano e a Riccardo Pagnottella il suo personale e sentito apprezzamento per la loro generosa azione di soccorso.     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento