Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Dopo il Quadrivio tocca a via Fiume Simeto: città "lumaca" e vietata alle moto

Il limite di velocità è stato abbassato fino a 10 chilometri orari, era già successo in via Elio Vittorini a Maddalusa e in diverse altre strade cittadine

Città vietata alle due ruote: siano esse moto o biciclette, ma anche città “lumaca”. Non soltanto in via Elio Vittorini, a Maddalusa, ma anche in via Fiume Simeto e perfino sulla via Imera, dalla banca Unicredit, fino al Quadrivio Spinsanta, compresa la rotatoria Imera-25 Aprile, è stato imposto il limite massimo di velocità (se così si può chiamare) di 10 chilometri orari. “Causa buche, deformazioni superficiale, fessurazioni e lavori eseguiti male dalle ditte incaricate dai lavori” – hanno scritto da palazzo dei Giganti per spiegare il perché, per la via Imera e il Quadrivio Spinasanta, si è arrivati a questa decisione - . “Fino a quando non ci sarà la manutenzione straordinaria e non verranno eliminati i problemi, è necessario – hanno aggiunto – salvaguardare la pubblica incolumità”. Motivo per il quale, lungo via Imera fino al Quadrivio Spinasanta – per tutti i veicoli – il limite sarà di 10 chilometri orari. Un “dramma” per il Quadrivio che è già di suo una zona caotica con rallentamenti e incolonnamenti.

Incubo buche in città, il Comune ordina: "Da via Imera al Quadrivio a 10 km orari"

Stessa decisione, e quasi identica ordinanza di viabilità, è sta presa anche per via Fiume Simeto dove, però, il comandante della polizia municipale Gaetano Di Giovanni ha anche inibito il transito agli automezzi superiori ai 35 quintali. Anche in questo caso “fino alla manutenzione richiesta”. Prima ancora però, appena la settimana prima, era toccato anche alla via Elio Vittorini a Maddalusa dove non soltanto è stato abbassato, fino all’inverosimile, il limite massimo di velocità, ma dove è stato imposto anche il divieto di transito per tutti i veicoli a due ruote. Proprio a causa delle buche e dei dissesti stradali, anche per la via Elio Vittorini, l’unica scelta possibile – per i tecnici e l'amministrazione comunale, per prevenire incidenti stradali e poi eventuali richieste di risarcimento danni, - è stata quella prima di abbassare drasticamente il limite di velocità, portandolo a 10 chilometri orari, e poi di integrare l’ordinanza con il divieto di transito a tutti i mezzi a due ruote. A firmare le due ordinanze è stato il comandante della polizia municipale Gaetano Di Giovanni. Questo genere di richieste arrivano sempre al comando dei vigili urbani al sesto settore - Infrastrutture - di palazzo dei Giganti.

Buche e dissesti a Maddalusa, via Vittorini off-limits a moto e bici

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il Quadrivio tocca a via Fiume Simeto: città "lumaca" e vietata alle moto

AgrigentoNotizie è in caricamento