menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Donna muore in ospedale, chiesto all'Asp maxi risarcimento di 1,7 milioni

Si era recata al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì, ma morì subito dopo

Maxi risarcimento chiesto all'Asp di Agrigento per cure ritenute errate che hanno causato la morte di una donna. Il fatto - racconta il quotidiano La Sicilia - è accaduto nel 2014 e adesso gli eredi hanno chiesto un risarcimento di 1 milione e 750mila euro all'azienda sanitaria.

La donna si era recata al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì, ma morì subito dopo. Una settimana dopo il decesso i medici che ebbero in cura la donna, ricevettero l'avviso di accertamento tecnico irripetibile nell'ambito del procedimento penale della Procura della Repubblica di Agrigento. 

Dopo una lunga trafila giudiziaria, lo scorso aprile, gli eredi hanno citato l'Asp a comparire davanti al giudice del tribunale di Agrigento per accertare le responsabilità ed ottenere un rimborso di 1,7 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento