Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Studente salva la vita al padre donandogli il fegato: ecco la storia di Carmelo e Amedeo

L’intervento è stato eseguito all’Ismett di Palermo e il grande gesto di altruismo del giovane non è passato inosservato nella comunità di Campobello di Licata

 

Carmelo Brunetto, 31 anni, di Campobello di Licata è uno studente della facoltà di Architettura di Palermo. L’estate scorsa, le condizioni di salute già precarie del padre, Amedeo, si sono ulteriormente aggravate e per i medici dell’istituto Mediterraneo dei trapianti Ismett di Palermo, non c’erano più alternative. Ad Amedeo serviva un fegato nuovo. Il paziente di Campobello di Licata è stato rapidamente inserito nella lista dei trapianti, ma il tempo a disposizione era poco.

L'unica strada da percorrere per salvare la vita all’uomo era quella di reperire un donatore vivente. Ne parlano ai familiari e dal colloquio con i medici emerge la volontà dei Carmelo di sottoporsi alle visite necessarie per stabilire la compatibilità che è stata del cento per cento. Nonostante una fobia che dalle punture comprende anche tutti gli altri esami invasivi, il giovane ha affrontato la delicata operazione.

Il miracolo di Natale: empedoclino riceve un rene da un poliziotto semisconosciuto
Il miracolo di Natale: empedoclino riceve un rene da un poliziotto semisconosciuto

Carmelo è stato otto ore sotto i ferri, una parte del suo fegato è stato impiantato al padre che adesso sta bene e che, grazie alla generosità del figlio, avrà una migliore aspettativa di vita.  E’ orgoglioso Carmelo del suo gesto e lo rifarebbe ancora. La redazione giornalistica di AgrigentoNotizie lo ha raggiunto telefonicamente. “Ho donato una nuova vita a chi mi ha dato la vita” - dice fiero Carmelo - .

Felice per la storia a lieto fine si è detto anche il sindaco di Campobello di Licata Giovanni Picone. “E’ una bellissima notizia per la nostra comunità in un periodo di notizie negative - ha dichiarato, ad AgrigentoNotizie, il sindaco Picone - .  Sono contento per il grande gesto del figlio che è riuscito a dare, mettendo a rischio la sua stessa vita”.   

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento