rotate-mobile
Cronaca

Festa dei carabinieri, l’associazione culturale Artificio dona un dipinto

Nello specifico, ne “La notte di Sigonella” di Giovanni Scifo è narrata la celebre vicenda dell'ottobre del 1985, ricordata come un importante esempio di violazione del diritto di sovranità territoriale

 Nel contesto della celebrazione relativa al 203esimo annuale della fondazione dell’arma dei carabinieri, l’associazione Culturale Artificio ha donato, insieme alla sezione agrigentina dell’associazione nazionale carabinieri in congedo, due dipinti di grande dimensione al Comando Provinciale carabinieri “Biagio Pistone”, e, per l’occasione, è stato realizzato un pieghevole che spiega nel dettaglio le opere e il significato di tale iniziativa.

Nello specifico, ne “La notte di Sigonella” di Giovanni Scifo è narrata la celebre vicenda dell'ottobre del 1985, ricordata come un importante esempio di violazione del diritto di sovranità territoriale; mentre, nella “Virgo Fidelis” di Gianfranco Provenzano è illustrata la patrona dell'arma dei carabinieri, la cui celebrazione è fissata il 12 novembre del 1941, in ricordo della battaglia di Culqualber.

Scrive nelle note il critico Dario La Mendola: “Giovanni Scifo ha interpretato la scena interamente, rimanendo fedele ai dati raccolti dai quotidiani e dal materiale bibliografico a esso inerente, e coadiuvato da ricostruzioni  cinematografiche. Gianfranco Provenzano ha descritto una Virgo Fidelis che appare sospesa in un’atmosfera indefinibile, posta nella sezione superiore del dipinto, sotto la quale un gruppo di Carabinieri con mantello, inchinati, mostrano anatomicamente quanto espresso dal verso biblico tratto dall'Apocalisse”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei carabinieri, l’associazione culturale Artificio dona un dipinto

AgrigentoNotizie è in caricamento