menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tribunale di Agrigento

Il Tribunale di Agrigento

Porto Empedocle, prese a colpi di cacciavite un concorrente: panettiere ai domiciliari

A deciderlo è stato il gip del Tribunale di Agrigento. L'uomo è accusato di aver preso a colpi di cacciavite il La Rocca lo scorso martedì, al culmine di una discussione tra i due sul prezzo di vendita del pane

E' stato scarcerato Pasquale Nicoletti, 43 anni, panettiere di Porto Empedocle, accusato del tentato omicidio del collega e concittadino Francesco La Rocca, 37 anni. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento ha, infatti, sottoposto il 43enne agli arresto domiciliari.

L'uomo è accusato di aver preso a colpi di cacciavite il La Rocca lo scorso martedì, al culmine di una discussione tra i due sul prezzo di vendita del pane. Sia il Nicoletti che il ferito, infatti, sono panificatori di Porto Empedocle. La Rocca, intanto, si trova ricoverato all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta, dove è giunto dopo un primo intervento avvenuto al "San Giovanni di Dio" di Agrigento.

Il suo quadro clinico era molto grave; adesso i medici si direbbero ottimisti. Ad indagare sulla vicenda sono i poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, diretti dal vicequestore aggiunto Cesare Castelli, che poche ore dopo il fatto avevano arrestato Pasquale Nicoletti per tentato omicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento