menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fiume Naro "annerito" dalle acque di vegetazione

Fiume Naro "annerito" dalle acque di vegetazione

Frantoi inquinanti, 12 persone denunciate dai carabinieri

I militari dell'Arma con l'Arpa, la Forestale e la polizia provinciale hanno proceduto nelle scorse settimane a effettuare mirati controlli ad oleifici e frantoi presenti sul territorio provinciale, al fine di contrastare l’inquinamento ambientale connesso al processo di molitura delle olive.

Il Comando provinciale dei carabinieri, congiuntamente a personale del Nucleo operativo ecologico di Palermo, del Nucleo ispettorato del lavoro di Agrigento, dell’Agenzia regionale per la Protezione dell’ambiente di Agrigento, del Corpo forestale della regione Sicilia, della Polizia provinciale di Agrigento e delle polizie locali, ha proceduto nelle scorse settimane all’espletamento di mirati controlli ad oleifici e frantoi presenti sul territorio provinciale, al fine di contrastare l’inquinamento ambientale connesso al processo di molitura delle olive.

I controlli hanno interessato 55 ditte e sono state complessivamente denunciate all’Autorità giudiziaria 12 persone tra titolari d’impresa, amministratori delegati e proprietari dei terreni interessati agli sversamenti, con le accuse di attività di gestione di rifiuti non autorizzata, scarichi industriali non autorizzati, abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo, vietata immissione di rifiuti, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali e sotterranee, nonché violazioni delle leggi urbanistiche.

Si è contestualmente proceduto al sequestro delle aree di terreno interessate, nonché di vasche, autocisterne e condotte per il deposito, lo scarico o il convogliamento delle acque di vegetazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento