Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Favara, LiberArci sul dissesto: "Non scegliamo la via più semplice"

Il circolo culturale interviene sulla questione economica del Comune della città dell'agnello pasquale, sottolineando le difficoltà che il nuovo sindaco deve affrontare

Il municipio di Favara

Il circolo culturale LiberArci interviene in merito alla questione economica del Comune di Favara.

"In questi ultimi giorni - dichiara il presidente, Pasquale Cucchiara - si fa sempre più insistente la possibilità che il nostro Comune dichiari il dissesto finanziario. Riteniamo questa probabilità un onere troppo gravoso per le tasche dei contribuenti, costretti a sopperire alle continue carenze di liquidità che il nostro Comune registra costantemente da troppi anni. Inoltre, l’evasione presenta oramai percentuali insostenibili ed i 'pochi' contribuenti, se da un lato vedono aumentare la pressione fiscale, dall’altro, registrano una costante diminuzione dei servizi offerti. Urge, da parte dell’amministrazione comunale, un’azione più incisiva dal punto di vista comunicativo che faccia chiarezza rispetto ad una problematica che interessa da vicino tutta la cittadinanza. Oramai, da troppo tempo, l’opposizione in Consiglio comunale attende dalla maggioranza pentastellata e dall’assessore al ramo, una risposta chiara e definitiva circa la reale situazione economica del nostro comune, con cifre e numeri tali da consentirle di prendere atto di quali ulteriori sacrifici potranno essere chiamati a rispondere i cittadini nei prossimi giorni. Consapevoli del fatto che, un compito così gravoso non può ricadere sulle spalle di una sola persona o, comunque, di un gruppo di amministratori, che non ha ancora maturato un’esperienza tale da consentirle di uscire da un pantano di cifre e numeri difficilissimi da decifrare, riteniamo sia utile coinvolgere tutte le forze sociali, sindacali e politiche che con forza chiedono di partecipare alla costruzione di una società più giusta, più solidale e che dia opportunità a chiunque abbia voglia di contribuire alla creazione di un futuro migliore. Certo, la linea che il M5s nazionale ha deciso di adottare non ci fa dormire sonni tranquilli. Le notizie di stampa ci aggiornano costantemente sulle difficoltà che i neo sindaci pentastellati incontrano quotidianamente in ogni città che si trovano ad amministrare, ma la cosa che più ci rammarica è la ricerca della via più semplice, ossia il dissesto, piuttosto che l’individuazione di un nuovo modello di sviluppo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favara, LiberArci sul dissesto: "Non scegliamo la via più semplice"

AgrigentoNotizie è in caricamento