rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

Odissea sul treno Palermo-Agrigento: passeggeri "abbandonati" a Roccapalumba

A nulla sono valse le chiamate dei viaggiatori alle forze dell'ordine, alla polizia ferroviaria o ai capitreno e capistazione

Una vera e propria odissea è toccata in sorte a quanti hanno deciso oggi di utilizzare il treno per raggiungere Agrigento, partendo da Palermo intorno alle 8.38. A causa del maltempo, infatti, all'altezza di Cammarata la linea ferrata ha dovuto subire dei lavori che già da sabato hanno reso complicato il collegamento tra le due città.

Ma mentre per la giornata di sabato un sistema di bus per il servizio sostitutivo e la soppressione dei treni in partenza dal capoluogo agrigentino hanno limitato il disagio, oggi i malcapitati passeggeri, molti dei quali a loro dire ignari del problema (nessuno, insomma, li ha avvisati di cosa sarebbe loro capitato salendo sul treno), sono stati fatti scendere alla stazione di Roccapalumba per aspettare un fantomatico bus navetta. Che però non è mai arrivato.

A nulla sono valse le chiamate alle forze dell'ordine, alla polizia ferroviaria palermitana che ha "allargato le braccia" dicendosi impotente, o ai capitreno e capistazione che via via sfilavano davanti ai passeggeri abbandonati a se stessi.

Dopo un'attesa di un'ora circa, fortunatamente in momentanea assenza delle forti precipitazioni e del maltempo che in questi giorni sferzano la provincia, solo il provvidenziale intervento di un pulmino di passaggio ha consentito agli sfortunati viaggiatori di raggiungere Cammarata e da lì, con altri mezzi di fortuna e atti di solidarietà che per fortuna tra siciliani non ci si fa mancare, è stato possibile arrivare fino ad Agrigento.

"Una storia lunga più di quattro ore - afferma una pendolare che viaggiava sul treno - che, tra dimenticanze di bigliettai e di rassicurazioni rivelatesi infondate da parte degli addetti al servizio informazioni, di noncuranza assoluta dei principi di tutela del viaggiatore o di cosa significhi anche in termini giuridici interrompere un pubblico servizio, necessiterebbe di spiegazioni, se non anche di scuse ai passeggeri, da parte di Trenitalia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odissea sul treno Palermo-Agrigento: passeggeri "abbandonati" a Roccapalumba

AgrigentoNotizie è in caricamento