Arriva l'ok dai giudici: dissequestrato l'impianto di demolizioni in contrada Asi

I poliziotti, lo scorso ottobre, avevano anche accertato una gestione illecita delle aree esterne ed un mancato rispetto delle autorizzazioni

L’impianto di demolizioni di contrada Asi, a Favara è stato dissequestrato. A disporre il dissequestro, dunque, sono stati i giudici della prima sezione del Riesame del tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato da una parte e da Alfonso Pinto e Giuseppa Zampino. L'impianto era stato posto sotto sequestro lo scorso ottobre.

 La ditta che si trova in contrada Asi, a Favara – secondo quanto ricostruito dalla questura – non osservava le norme relative al rispetto dell’ambiente. I poliziotti, avevano anche accertato una  gestione illecita delle aree esterne ed un mancato rispetto delle autorizzazioni.

Sequestrato impianto di demolizioni

Nel dettaglio, i controlli erano scattati nell’ambito dei servizi coordinati e disposti dal compartimento di polizia ferroviaria di Palermo, personale del posto di polizia Ferroviaria di Agrigento, unitamente a personale dell’Arpa e del libero consorzio comunale di Agrigento. L'impianto di oltre 5mila metri quadrati era stato posto sotto sequestro preventivo e messo a disposizione della  competente autorità giudiziaria.

A difesa della ditta gli avvocati Filippo Spirio e Daniela Salamone. Sono stati proprio i legali a chiedere il dissequestro dell’impianto. I giudici hanno accolto l’istanza della difesa. La decisione presa ci è la conseguenza del ripristino dei luoghi, da parte dei gestori dell’impianto, ma anche la manutenzione della struttura e la rimozione del materiale ferroso. L’impianto, adesso, torna fruibile e operativo al cento per cento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento