Martedì, 16 Luglio 2024
La proposta

Emergenza idrica, l'idea del Codacons: "Una nave-dissalatore davanti alla costa"

L'idea della sigla garantirebbe risposte immediate alle esigenze della città capoluogo rispetto al recupero dell'impianto di Porto Empedocle

Un dissalatore su nave posizionato davanti alla costa di Agrigento per rifornire la città nell'immediato. O quasi.

A rilanciare la proposta attraverso una nota stampa è il Codacons con il suo responsabile per la trasparenza Giuseppe Di Rosa, che la definisce "una soluzione immediata contro la crisi idrica".

Dossier - Rubinetti a secco e acqua persa per strada: da 15 anni la nuova rete idrica di Agrigento ostaggio della burocrazia 

"Più di due mesi sono trascorsi da quando il sindaco Franco Miccichè ha minacciato di rinunciare al titolo di città Italiana della cultura 2025 - dice in una nota - ma cosa è stato fatto concretamente da allora? La comunità agrigentina, sempre più insoddisfatta, chiede risposte chiare e azioni immediate per migliorare le condizioni della città. Oggi, alcuni comuni della provincia versano in condizioni drammatiche per la grave carenza idrica, con turnazioni di distribuzione che superano la settimana. Proponiamo una soluzione immediata: l'uso di una nave dissalatrice posizionata sul mare di San Leone e collegata alla condotta idrica della città. Questa soluzione potrebbe risolvere rapidamente uno dei problemi più critici per la comunità, garantendo l'approvvigionamento idrico in tempi brevi".

Dossier - Abbandonato e vandalizzato, vi portiamo dentro al dissalatore "fantasma" di Porto Empedocle

Codacons, inoltre, chiede si appella ai primi cittadini: "Illustri sindaci, se ci siete, battete un colpo - scrive -! Informate i cittadini di quanto sta accadendo, delle reali motivazioni e degli interventi che state ponendo in essere per evitare gravi problematiche igienico-sanitarie".

"La comunità agrigentina - conclude - attende con impazienza azioni concrete da parte del sindaco Miccichè e dell’amministrazione comunale. È fondamentale utilizzare al meglio i fondi assegnati e implementare soluzioni innovative, come la nave dissalatrice, per risolvere i problemi della città. Solo così Agrigento potrà sfruttare appieno il titolo di città Italiana della Cultura e offrire un futuro migliore ai suoi cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza idrica, l'idea del Codacons: "Una nave-dissalatore davanti alla costa"
AgrigentoNotizie è in caricamento