rotate-mobile

Caos migranti, il sindaco di Porto Empedocle Martello invita la premier Meloni: “Venga anche da noi”

Centinaia di persone sono uscite dal centro di prima identificazione. Attendono di essere trasferiti in altre località

Dopo l'hotspot di Lampedusa, dove lentamente la situazione tende ad alleggerirsi, qualche problema è sorto invece nella struttura di primissima accoglienza ed identificazione adiacente al molo di Porto Empedocle dove circa milleduecento persone attendono di essere trasferite in altre località. Un centinaio di migranti, approfittando dei momenti di distribuzione di cibo e acqua, sono riusciti ad allontanarsi dalla zona portuale. Tempestivo l'intervento delle forze dell'ordine che sono riuscite comunque a riportarne una buona parte all'interno del centro, altri invece sono rientrati autonomamente ma non tutti.

Del resto nessuno di loro è in stato di fermo e la maggior parte degli stessi migranti vuole subito lasciare Porto Empedocle per proseguire il viaggio verso altri paesi europei. In attesa della realizzazione del nuovo hotspot, il sindaco Calogero Martello, ai microfoni di AgrigentoNotizie, ha anticipato di voler ufficialmente invitare la premier Giorgia Meloni a Porto Empedocle, come fatto oggi a Lampedusa, perché si renda personalmente conto della situazione che secondo il sindaco è ingestibile. Per quanto riguarda invece la prossima apertura della struttura di accoglienza, Martello ha detto: “La creazione di quel centro non è la soluzione del problema ma significa soltanto dare un tetto rispetto alla condizione attuale, ma anche quello sarà un centro di prima identificazione ed entro 48 ore dovranno andare via. La soluzione va ricercata alla radice – ha aggiunto il sindaco – cioè da Lampedusa devono essere presi e portati via ma da Porto Empedocle non devono passare perchè non ci sono le condizioni minime per poterli ospitare”.

Dopo il rientro da Lampedusa, il prefetto Filippo Romano e il questore Emanuele Ricifari si sono recati a Porto Empedocle. Entrambe le autorità ribadiscono gli sforzi compiuti per fronteggiare l'emergenza dovuta spesso anche alla mancanza di pullman. Carenza di autobus che si è ulteriormente intensificata dopo il drammatico incidente stradale costato la vita ai giovani autisti favaresi Alberto Vella e Daniel Giudice.  

Meloni e von der Leyen a Lampedusa, gli isolani a gran voce: “La premier parli con noi, siamo stanchi delle passerelle”

Sbarchi a Lampedusa, arrivano altri 144: diverse famiglie offrono ospitalità al bimbo di 3 anni approdato senza genitori

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento