menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, disciplina per affissione e distribuzione manifesti e volantini

Il fenomeno della distribuzione indiscriminata di manifesti, opuscoli e depliant è stato oggetto di attenzione da parte del sindaco, Angelo Cambiano, che ha deciso d'intervenire mediante l'adozione di una ordinanza con la quale disciplinare la materia

Il fenomeno della distribuzione indiscriminata di manifesti, opuscoli e depliant nelle pubbliche vie, nelle piazze, in luoghi pubblici e privati in genere, che è causa di un abnorme e notevole deposito di rifiuti di difficile raccolta, dell’imbrattamento del suolo pubblico e dell’occlusione delle caditoie, è stato oggetto di attenzione da parte del sindaco, Angelo Cambiano, che ha deciso d’intervenire mediante l’adozione di una ordinanza con la quale disciplinare la materia.

Ad ulteriore sostegno della propria decisione, il sindaco sottolinea che l’esorbitante spargimento di fogli di carta, delle più svariate dimensioni, determina un vero e proprio inquinamento da rifiuti speciali assimilati agli urbani, considerata l’enorme quantità e la continua diffusione degli stessi, provoca un notevole aggravio di spese per l' Ente che è costretto ad impiegare uomini, mezzi e risorse finanziarie per la loro raccolta senza, peraltro, riuscirci sufficientemente a causa sia della velocità di distribuzione del materiale sparso sul suolo pubblico, sia, spesso, per l’intervento di fattori atmosferici quali la pioggia e vento, che contribuiscono alla disseminazione in tutte le vie, ed aggiunge che il fenomeno genera conseguenze pregiudizievoli per il decoro urbano nonché per l’igiene pubblica. 

Pertanto, con il suddetto provvedimento, il sindaco, dispone che, con effetto immediato per l’intero territorio comunale e fino a quando non verranno superati le difficoltà di carattere igienico sanitario, è fatto divieto a tutti di effettuare pubblicità mediante volantinaggio o affissione o apposizione di manifesti su pali dell’illuminazione pubblica e della segnaletica stradale, sugli alberi nonché sui muri o qualsiasi altro luogo o struttura non regolarmente autorizzata.

E' fatto divieto anche di distribuire o lasciare volantini, depliant, opuscoli o altro materiale pubblicitario sotto le porte/portoni di accesso, sugli usci, sotto i cancelli delle abitazioni private, sul parabrezza o lunotto delle autovetture e comunque su tutti gli altri tipi di veicoli; è vietato lasciare volantini e/o depliant nelle cassette ove il proprietario o conduttore dell’immobile ha apposto una scritta con la quale vieta l’immissione di qualsiasi tipo di materiale pubblicitario.

E' consentita, se svolta secondo le previsioni di legge, la distribuzione di depliant commerciali “porta a porta” intesa esclusivamente quale deposito nella cassetta della posta dei residenti o condominiali. Laddove le cassette postali o per uso pubblicitario fossero ubicate all'esterno degli immobili privati o condominiali, la distribuzione potrà avvenire solamente ove queste ultime siano chiuse da ogni lato e dotate di serratura, idonee a contenere per dimensioni e quantità detti materiali.

Al pari di altra corrispondenza, i volantini non devono essere asportati da terzi ovvero fuoriuscire o cadere dalle cassette stesse. Le ditte o gli incaricati delle operazioni di volantinaggio, dovranno segnalare almeno tre giorni prima al Comando di Polizia municipale, la data di inizio delle operazioni e l'itinerario che seguiranno nella distribuzione dei volantini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento