rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Discarica di Siculiana chiusa, scoppia la rivolta di 19 sindaci

Gli amministratori si sono dati appuntamento, domattina, davanti alla Prefettura. Porteranno le fasce tricolori ed un sacchetto di spazzatura per protestare contro l'emergenziale situazione  

“Chiediamo la rimozione immediata di tutti i vertici del dipartimento regionale rifiuti”. Sono i 19 i sindaci dei Comuni della Srr Agrigento Est che, da ormai cinque giorni, aspettano dalla Regione una indicazione su dove portare i rifiuti dopo la chiusura tecnica della discarica di Siculiana avvenuta ormai  il primo settembre.

"Una disorganizzazione – dice il presidente della Srr Nuccio Sapia - che non ha precedenti nel complicato comparto rifiuti siciliano. Tutti sapevano che la discarica sarebbe rimasta chiusa ed a nessuno è venuto in mente di dirci dove andare a scaricare i nostri rifiuti".

Una situazione delicata anche perchè, laddove arrivasse la tanto attesa disposizione del dipartimento per dire dove andranno a scaricare, la spazzatura non potrà comunque essere raccolta ancora per giorni, proprio perchè prima occorrerà svuotare gli autocompattatori. I sindaci di Siculiana, Casteltermini, Camastra, Cammarata, Aragona, Castrofilippo, Comitini, Grotte, Joppolo Giancaxio, Lampedusa, Montallegro, Naro, Racalmuto, Ravanusa, Santa Elisabetta, Sant'Angelo Muxaro e San Giovanni Gemini, domattina, alle 9, si sono dati appuntamento davanti la Prefettura dove porteranno le fasce tricolori e un sacchetto di spazzatura per protestare contro questa situazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Siculiana chiusa, scoppia la rivolta di 19 sindaci

AgrigentoNotizie è in caricamento