Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Disabili torturati in strada e derisi sui social, l'arcivescovo: "Non accada mai più"

Il cardinale Francesco Montenegro e l’arcivescovo coadiutore Alessandro Damiano: "Le e nostre parrocchie devono sempre più mettere al centro della propria attenzione pastorale le persone vulnerabili" 

“Questa esperienza, oltre a colpirci emotivamente, deve spingerci al cambiamento, perché quanto accaduto non si ripeta mai più; deve convincerci che – come uomini e come cristiani – siamo realmente chiamati ad essere 'custodi' gli uni degli altri, soprattutto dei più fragili e indifesi". Lo hanno detto, in merito ai fatti di Licata: ai disabili picchiati, torturati e derisi sui socia, l'arcivescovo di Agrigento: il cardinale Francesco Montenegro e l’arcivescovo coadiutore Alessandro Damiano. 

Torturati in mezzo alla strada sotto lo sguardo indifferente dei passanti: nessun aiuto, nessuna segnalazione

"Come comunità cattolica dobbiamo sentirci fortemente interpellati dal quel grido di aiuto rimasto inascoltato: le nostre parrocchie devono sempre più mettere al centro della propria attenzione pastorale le persone vulnerabili e quanti, in questa società, - hanno concluso - vivono l’esperienza della marginalità sociale”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili torturati in strada e derisi sui social, l'arcivescovo: "Non accada mai più"

AgrigentoNotizie è in caricamento