Dipinti e murales, a Montevago via alla mostra "Percorsi visivi"

Gli artisti le cui opere inaugurano il percorso arricchendolo di murales, dipinti, finestre di colore e luci, sono Ligama, Pascal, Bruno D’Arcevia e Patrick Ray Pugliese

Verrà inaugurato oggi, 14 gennaio 2021, in occasione della ricorrenza del 53esimo anniversario del sisma del 1968, "Percorsi visivi", il museo open air ambientato tra i ruderi del vecchio centro di Montevago, che dopo mesi di lavoro intenso, è pronto per essere presentato al pubblico. La nascita del Museo open air è un’iniziativa dell'associazione culturale "La Smania Addosso", impegnata da anni nella valorizzazione di Montevago e delle sue risorse, con il patrocinio dell’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo, del Comune di Montevago, della Presidenza dell'ARS e dell'Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana.

Percorsi Visivi è uno spazio che ospiterà laboratori creativi, eventi culturali ed enogastronomici, mostre e opere di artisti contemporanei. Gli artisti le cui opere inaugurano il percorso arricchendolo di murales, dipinti, finestre di colore e luci, sono Ligama, Pascal, Bruno D’Arcevia e Patrick Ray Pugliese.

Il progetto si pone come punto focale di un lavoro di riqualificazione dell’area del vecchio centro di Montevago, delle architetture e ruderi insistenti nella zona che la locale amministrazione si è prefissa di riportare a nuova vita affinché divengano nuovo patrimonio per la cittadina, spazi di creatività e produzione artistica nonché occasione di sviluppo sociale e turistico. In tale ottica si pone anche la riqualificazione in corso dell’Ex Chiesa Madre che tornerà a vivere grazie ad un importante finanziamento concesso dal presidente della Regione Musumeci con i fondi per il recupero dei centri storici.

L’inaugurazione con il taglio del nastro avverrà, in forma ristretta alle  17 Presso il vecchio centro saranno presenti le autorità locali e collegati in streaming i sindaci del Belìce e altre autorità interessate per seguire la cerimonia che si aprirà con la deposizione di una corona alla stele dedicata alle vittime del sisma. Nei giorni successivi sono attese a turno le visite di Sandro Pappalardo, per l’Enit, del presidente dell’ARS Gianfranco Miccichè, dell’assessore regionale al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina, ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, Alberto Samonà e, contestualmente alla consegna dei lavori presso la Chiesa Madre, del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento