Dipendente delle Poste sparito da sei mesi con un "bottino" da 450mila euro

L'ipotesi più accreditata è quella di una fuga all'estero. Le somme erano state sottratte dai conti di alcuni clienti

Foto d'archivio

Sparito sei mesi fa con un bottino di 450mila euro prelevati dai conti di alcuni clienti. È ancora mistero sulla scomparsa del dipendente delle Poste avvenuta a febbraio. L'ipotesi più accreditata è quella di una fuga all'estero. 

Riesce difficile - si legge sul quotidiano La Sicilia - comprendere come la notevole somma sottratta, sia passata inosservata alle strutture di Poste italiane preposte al controllo, condiderato che l'attività predatoria messa in atto dall'impiegato posgtale, risale addirittura al 2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scoperta del furto è avvenuta in seguito alla temporanea chiusura dell'ufficio di Favara 2 per una rapina commessa poco più di un mese prima, quando i malvimenti usarono un'auto come "ariete" per sfondare la porta d'ingresso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Bottiglia con benzina e fiammiferi davanti al cancello: avvertimento a professionista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento