rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Rifiuti, l'ordinanza delle polemiche: l'alternativa è pronta da un mese

E' emerso durante i lavori del Consiglio comunale, che ha approvato un atto di indirizzo che impegna l'amministrazione a ritirare il provvedimento

E' entrata nella storia recente come una delle ordinanze più contestate, al punto di essere stata, pilatescamente, disconosciuta persino dall'amministrazione comunale che l'aveva firmata.

Stiamo parlando dell'ordinanza sindacale firmata lo scorso 7 luglio in materia di raccolta differenziata, quella che, per capirci, prevedeva, tra le altre cose, sanzioni per chi non esponesse i mastelli a partire dalle 23 o non conferisse all'interno di mastelli del giusto colore.  Un vero pastrocchio burocratico dato che, chiunque l'abbia realizzata, non ha tenuto in considerazione che, rispetto all'ultimo punto, il Comune ha distribuito a una larga fetta di cittadini mastelli in numero ridotto e con colori diversi da quelli dei kit originali.

Così, pochi giorni dopo, fu l'assessore Nello Hamel (l'atto, ribadiamo, è sindacale) ad annunciare che l'ordinanza sarebbe stata sospesa e nessuna multa sarebbe stata elevata. Come ciò sia stato possibile, non è chiaro a nessuno in realtà, dato che l'atto sarebbe dovuto essere annullato o sostituito. Dopo due mesi di attesa, però, nulla si è mosso, e così il Consiglio comunale ieri sera ha votato favorevolmente, con l'astensione di una parte della maggioranza, un atto del consigliere Nuccia Palermo che impegnava l'amministrazione a ritirare l'oridinanza in autotutela, dato che, spiegava la proponente, vi era il rischio che eventuali multe fossero poi impugnate dai cittadini.

E' stato poi l'assessore Hamel a spiegare che, in effetti, quell'ordinanza solo in parte era condivisibile e che, soprattutto, da un mese è pronta la nuova ordinanza, ma a causa di ferie e assenze la struttura burocratica non è stata in grado di provvedere. "C'è una defaillance, evidentemente - ha spiegato - ma ribadisco che non una sola multa è stata elevata ai sensi di quella ordinanza".

Un principio che ha suscitato la curiosità di molti: come si fa ad impedire che un'ordinanza esecutiva possa essere ignorata dalle forze dell'ordine e dalla polizia municipale?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, l'ordinanza delle polemiche: l'alternativa è pronta da un mese

AgrigentoNotizie è in caricamento