Discariche abusive: sanzione, denuncia e spese di bonifica per chi sarà colto ad abbandonare rifiuti

La proposta è stata avanzata durante una diretta Facebook dell'assessore Nello Hamel, a margine di un incontro svolto con i consiglieri comunali

Un momento della video diretta su Facebook

"Chi verrà sorpreso ad abbandonare rifiuti in una discarica abusiva subirà una multa da seicento euro, verrà segnalato alla Procura della Repubblica per valutare la sussistenza del reato di inquinamento ambientale e dovrà pagare la bonifica dell'intera discarica, presumendo l'ente che quella discarica si è formata anche, o principalmente, per colpa sua".

E' questa la nuova frontiera della "caccia all'inquinatore" del Comune di Agrigento. Ad annunciare l'applicazione di nuove misure sanzionatorie è stato l'assessore Nello Hamel durante una diretta Facebook realizzata insieme al consigliere comunale Pietro Vitellaro.

Arrivano le "carriole scoiattolo", le rastrelliere, spazzamento e scerbatura tutto l'anno 

L'idea dell'amministrazione, che deve però adesso essere tradotta in ati concreti da parte degli uffici - e in questi tempi di scollamento tra i vari piani del Palazzo non è così automatico - serve ad inasprire quindi l'attività di controllo e lotta nei confronti di chi continua a sporcare la città. "Provvederemo ad aggredire in modo significativo le nuove discariche abusive che si stanno formando - ha continuato Hamel - anche se registriamo il fatto che in alcune zone della città queste non sono più ricomparse dopo sanzioni e bonifiche".

"Ci sono già dei segnali positivi, in tante parti della città le discariche non si sono riformate - ha spiegato, sempre durante la diretta, Hamel - . Ci sono, però, altre parti come Villaseta, via Toniolo dove invece si continua a versare abusivamente. E questo è un fenomeno che stiamo aggredendo in maniera più dura rispetto al passato. A partire dai prossimi giorni, chi butta un sacchetto in una discarica e viene sorpreso, filmato, fotografato, fermato dai vigili urbani - ci sono decine e decine di postazioni - non solo avrà la sanzione di 600 euro, ma si vedrà  addebitare l'intero importo della bonifica di tutta la discarica perché utilizzeremo la presunzione che questa discarica si sia formata perché questo signore ogni mattina ha buttato il sacchetto in quel posto. Poi potrà fare il ricorso al Tar per potere contrastare questa nostra presunzione però per il momento avrà un sacco di seccature. Faremo, inoltre, l'informativa all'autorità giudiziaria per vedere se si configura pure il reato di inquinamento ambientale, un reato molto grave che comporta conseguenze penali pesanti. Pensateci bene a buttare un sacchetto in mezzo alla strada, deturpando il nostro paesaggio e creando un danno enorme all'immagine della città - ha lanciato un appello, l'ennesimo, Hamel - . Se pensate che si possa fare impunemente fatelo pure, però rendetevi conto che da questo momento avrete conseguenze pesanti". 

La diretta Facebook si è conclusa con l'assessore che cita un famoso film d'azione, intimando "a tutti i porcellini" un perentorio "io vi troverò". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento