menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Differenziata anche a Campobello, ecco tutti i dettagli del "porta a porta"

Il sindaco: "Ogni famiglia dovrà ritirare il kit all'ufficio che abbiamo allestito al centro polivalente di via Trieste, portando con se il codice fiscale della persona intestataria della tassa rifiuti"

Si apre una nuova pagina per Campobello di Licata, grazie al prossimo avvio del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. I particolari del “porta a porta” sono stati spiegati ieri pomeriggio nel corso di un incontro svoltosi nell'aula consiliare del Municipio. Il sindaco Giovanni Picone e Giancarlo Alongi, l'amministratore delegato di Iseda, impresa capogruppo che con Icos ed Ecoin si è aggiudicata l'appalto, hanno incontrato i cittadini per entrare nel dettaglio del nuovo servizio e dei cambiamenti nelle abitudini quotidiane che il "porta a porta" comporterà. Insieme al sindaco e all'Ad di Iseda anche l'amministratore di Achab Med Massimo Santucci. 

“L’impegno delle nostre aziende associate – ha spiegato l'Ad di Iseda Giancarlo Alongi -  vuole essere fortemente indirizzato a garantire ai cittadini di Campobello, pulizia, decoro urbano e rispetto per l’ambiente, incrementando in tal modo il benessere e la qualità della vita delle famiglie, delle attività commerciali e dei visitatori. Per farlo abbiamo messo in campo tutte le nostre forze per lo sviluppo di un piano organizzativo ampio e strutturato, capace di accompagnare in maniera efficace i cittadini nel passaggio al nuovo servizio di raccolta differenziata “porta a porta". 

La raccolta “porta a porta” consente, inoltre, di contenere i costi relativi al servizio di raccolta differenziata. Benefici anche da un punto di vista etico, con la consapevolezza di svolgere un servizio più efficace ed efficiente teso a garantire il riciclo dei materiali raccolti in maniera differenziata, valorizzando l’impegno dei cittadini, dell’azienda di igiene urbana e dei suoi lavoratori che quotidianamente prestano un servizio all’intera collettività. 

Anche il sindaco Giovanni Picone ha spiegato ai cittadini le principali novità legate al nuovo servizio: “Siamo alla vigilia di una vera e propria svolta che cambierà le nostre abitudini per sempre procurando innumerevoli benefici a noi, ai nostri figli e all'ambiente in cui viviamo. Andare incontro ad un mondo migliore attraverso il 'porta a porta' – ha aggiunto – non è pià solo una speranza pe ri cittadini ma una realtà alle porte. Non ho dubbi che gli unici attori protagonisti di questo cambiamento saranno i cittadini di Campobello. Sul fronte pratico, ogni utenza avrà a disposizione le attrezzature per la differenziata e il materiale informativo contenente i giorni, gli orari e le modalità di deposito dei materiali differenziati. Ogni famiglia dovrà ritirare il kit per il "porta a porta", all'ufficio raccolta differenziata che abbiamo allestito al centro polivalente di via Trieste, portando con se il codice fiscale della persona intestataria della tassa rifiuti. L'ufficio rimarrà aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13".

“I facilitatori ambientali – ha aggiunto l'amministratore di Achab Massimo Santucci - seguiranno i cittadini che avranno bisogno di informazioni e chiarimenti sul nuovo servizio.  Per chi ha impossibilità a recarsi nei locali di via Trieste, è stato messo a disposizione un numero verde, 800.550064 che, negli stessi orari dell'ufficio raccolta, prenderà appuntamento per la consegna a domicilio. I cittadini di Campobello avranno a disposizione un sottolavello e un mastello di colore marrone per il conferimento dell'organico, un mastello giallo perla plastica, rosso per i metalli, blu per la carta, verde per il vetro e grigio per il secco residuo. Le utenze non domestiche – ha concluso Santucci – riceveranno invece la visita diretta presso il proprio esercizio commerciale del personale delle imprese Iseda-Icos ed Ecoin per la consegna delle attrezzature e del materiale informativo”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento