menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agrigento arriva al 66,22 per cento di differenziata, Firetto: "Fra i Comuni virtuosi"

Il sindaco: "Siamo certamente fuori dal balzello che dovranno sopportare gli altri che saranno invece costretti, non avendo superato il 30 per cento, a conferire fuori dall’isola"

Cresce. E neanche a piccoli passi. Nonostante la presenza di recalcitranti e incivili che continuano a trasformare gli angoli del centro e gli slarghi delle periferie in discariche a cielo aperto, la raccolta differenziata ad Agrigento – al 30 aprile – è arrivata al 66,22 per cento. Lo scorso 31 marzo era al 61,93 per cento e, prima ancora, al 28 febbraio, praticamente poche settimane dopo che era stato avviato il “porta a porta” in tutta la città, era, invece, al 37,40 per cento.

Nonostante le discariche, promosso al 61,93 per cento

“Siamo certamente fuori dal balzello che dovranno sopportare gli altri Comuni che saranno invece costretti, non avendo superato il 30 per cento, a conferire fuori dall’isola – ha spiegato, ieri pomeriggio, un entusiasta sindaco Lillo Firetto - . Ma rientriamo anche fra i Comuni che, secondo quanto è stato previsto nella legge Finanziaria della Regione, avranno un incentivo. Perché con questa percentuale raggiunta, Agrigento rientra fra i Comuni virtuosi”. Il nuovo dato dimostra che la stragrande maggioranza degli agrigentini aspettavano e vogliono fare la raccolta differenziata. Resta però, ed è sotto gli occhi di tutti, il degrado urbano, determinato dalle piccole e grandi discariche a cielo aperto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento