rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Il caso / Centro città / Via Atenea

Difende la nipote importunata da un immigrato e viene accoltellato: 40enne in ospedale

L'extracomunitario che ha colpito con un fendente alla coscia l'agrigentino si è subito dileguato dalla zona in cui è avvenuta la discussione e l'aggressione

Importuna, con frasi pesantissime ed inequivocabili, la nipote: una ragazzina. Se ne accorge lo zio che, per caso, era di passaggio nei pressi di piazza Aldo Moro, alle spalle di Porta di Ponte. L’agrigentino, un quarantenne, inevitabilmente, si precipita per allontanare l’immigrato. Inevitabili le accuse, anche ad alta voce. Ed è proprio durante la concitata discussione che, all’improvviso, l’extracomunitario estrae un coltello e colpisce il quarantenne agrigentino alla coscia. In maniera fulminea, subito dopo l’aggressione, l’immigrato si dilegua e riesce, di fatto, a far perdere ogni sua traccia. Nonostante i poliziotti della sezione Volanti della Questura siano subito sopraggiunti e abbiano rastrellato tutta la zona, viuzze del centro storico comprese, l’aggressore ieri risultava averla fatta franca. L’agrigentino quarantenne è stato invece, nel frattempo, soccorso da un’autoambulanza del 118 ed è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” dove i medici lo hanno sottoposto a tutti gli accertamenti sanitari necessari e dove hanno suturato, con più punti, la ferita alla coscia.

I poliziotti della sezione Volanti hanno, naturalmente, subito informato la Procura della Repubblica di Agrigento che ha aperto un fascicolo d’inchiesta per quanto è avvenuto in pieno centro e in un orario pomeridiano. Avrebbe dovuto essere un sabato pomeriggio di svago e forse anche di shopping per la ragazzina, così come per lo zio che si è però trovato a transitare dalla zona – alle spalle di Porta di Ponte, nei pressi di piazza Aldo Moro – dove un immigrato aveva appena importunato sua nipote. Il quarantenne ha fatto quello che avrebbe fatto chiunque: è intervenuto e lo ha fatto anche su tutte le furie. C’era, del resto, da difendere la nipote ed evitare che episodi del genere potessero tornare a registrarsi. La discussione s’è fatta però decisamente animata e l’immigrato – uno sconosciuto per il quarantenne agrigentino – ha, appunto, all’improvviso, tirato fuori un coltellaccio e lo ha accoltellato. Sotto choc l’intera zona di Porta di Ponte dove c’erano decine e decine di persone: giovani, famiglie, ma anche turisti. Subito è stato lanciato l’Sos e in una manciata di minuti sono sopraggiunti i poliziotti della sezione Volanti e un’autoambulanza del 118. Gli agenti hanno rapidamente ricostruito cosa era accaduto e subito hanno rastrellato da monte a valle l’intero quartiere. Ma dell’immigrato non è saltata fuori, purtroppo, nessuna traccia. Appare scontato che i poliziotti abbiano già verificato l’eventuale presenza di telecamere di videosorveglianza, tanto pubbliche quanto private. I filmati potrebbero, forse, aiutare sul fronte investigativo. L’agrigentino quarantenne, rimasto ferito appunto ad una coscia, non è risultato essere, per sua fortuna, in pericolo di vita. Ma è certo comunque che ha rischiato grosso. Il fendente lo ha raggiunto in una coscia, ma poteva anche andare diversamente se fosse stato colpito un po’ più in alto.

Agrigentino accoltellato da immigrato, Calogero Pisano: “Basta importare criminali”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difende la nipote importunata da un immigrato e viene accoltellato: 40enne in ospedale

AgrigentoNotizie è in caricamento