rotate-mobile
Cronaca

Di Iulio saluta la stampa: "Vado via, tornerò spesso"

Un commiato durante il quale il colonnello ha voluto ricordare i momenti belli e brutti della sua...

 Ha voluto incontrare i giornalisti per un saluto confidenziale, in cui i numeri dei bilanci hanno lasciato spazio ai brutti e bei ricordi. Quattro anni 45 giorni fa e circa arrivava ad Agrigento il colonnello Mario Di Iulio. Lunedì lascerà il posto al suo successore, il colonnello Riccardo Sciuto. Di Iulio, invece, andrà ad occupare la poltrona di vice comandante della Legione carabinieri Sicilia a Palermo. "La distanza non è tanta – ha detto – quindi tornerò con piacere nella città dei templi, anche se la strada, la Ss189, non è delle migliori". 

Un commiato durante il quale il colonnello ha voluto ricordare i momenti belli della sua esperienza, come tra gli altri l’arresto di Gerlandino Messina, e i momenti brutti, primo fra tutti la morte delle due sorelline Bellavia, schiacciate nel crollo della loro casa a Favara.

"Sono stato in missione all’Estero, ho comandato Tenenze, Compagnie, Scuole…ma l’esperienza più bella è stata quella di Agrigento, è stata quella fatta in questo territorio". Infine un ricordo al ferimento del carabiniere Diego Gamberoni, "per il quale ho temuto davvero tanto" ha detto Di Iulio, e anche all’emergenza sbarchi a Lampedusa, "dove l’unione tra le varie forze di polizia, ed in particolare la sinergia tra il capitano Giuseppe Asti e il vicequestore vicario Ferdinando Guarino, ha permesso di coordinare l’emergenza con la massima professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Iulio saluta la stampa: "Vado via, tornerò spesso"

AgrigentoNotizie è in caricamento