rotate-mobile
Scontri fra tifoserie / Ravanusa

Il derby Canicattì-Licata si trasforma in un inferno: sassaiola e bottiglie di vetro contro le forze dell'ordine

Almeno cinque autovetture di privati cittadini sono state pesantemente danneggiate. Nessun ferito fra poliziotti, carabinieri e finanzieri che hanno faticato a riportare l'ordine

Il derby fra Canicattì e Licata, allo stadio "Saraceno" di Ravanusa, si è trasformato in un inferno. Non è chiaro, non al momento, cosa li abbia innescati, ma si sono registrati violentissimi scontri fra le tifoserie. Ci sono almeno cinque autovetture di privati cittadini (e non di servizio come erroneamente riferito durante le concitate fasi di scontro) danneggiate e più poliziotti, carabinieri e finanzieri che sono stati raggiunti da pietre e bottiglie. Nulla di grave per fortuna, nessuno di loro dovrebbe fare ricorso a strutture sanitarie. 

Canicattì-Licata, vince l'equilibrio: al Saraceno il derby termina senza gol

Le forze dell'ordine, schierate per garantire ordine e la sicurezza pubblica allo stadio di Ravanusa, sono state letteralmente bersagliate da una fitta sassaiola e dal lancio di bottiglie di vetro. Violenza gratuita che ha creato gravissimi problemi. 

La partita, valida per la ventiseiesima giornata di serie D, girone I, è comunque in corso. 

Licata, domenica il derby contro il Canicattì: Romano vuole rimanere vicino alla zona playoff

Allo stadio "Saraceno" di Ravanusa anziché andare in scena solo un derby di calcio, c'è stato il delirio e le esigue forze dell'ordine hanno faticato, e non poco, a far rientrare scontri e disordini. Inizialmente si era parlato di un numero esiguo di poliziotti, carabinieri e finanzieri. In realtà - secondo quanto riferito dalla Questura di Agrigento - a Ravanusa ci sono 50 uomini e sono stati anche mandati rinforzi. Un numero più che proporzionale ai circa 500 tifosi presenti nello stadio e adeguato ad una partita di serie D. 

Pare, ma tutto è ancora in corso di ricostruzione e accertamento, che numerosi tifosi del Canicattì, senza biglietto, all'esterno dello stadio, abbiano cercato di "caricare" i tifosi del Licata. Le forze dell'ordine hanno subito creato un cordone, ma sono stati letteralmente bersagliati.  

La polizia sta cercando anche di identificare se non tutti, almeno una parte, dei tifosi violenti. 

Stadio “Saraceno”, scontri tra tifosi e forze dell’ordine per il derby Canicattì-Licata: sassaiola e danni alle auto

Gravissimo il "dettaglio" delle auto di privati cittadini danneggiate. Qualcuno, probabilmente, era andato allo stadio per passare una domenica pomeriggio all'insegna del sano divertimento. Dovrà adesso invece fare i conti con le spese per danni alla carrozzeria.

(Aggiornato alle ore 16,40)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il derby Canicattì-Licata si trasforma in un inferno: sassaiola e bottiglie di vetro contro le forze dell'ordine

AgrigentoNotizie è in caricamento