rotate-mobile
Cronaca

Depuratori fuori norma e privi di autorizzazioni, emesse multe per oltre 60mila euro

Il Libero consorzio in un anno ha inviato al gestore del servizio richieste di pagamento per cifre ragguardevoli

Una decina di verbali emessi tutti nel lontano 2014 dopo accertamenti condotti dall'Arpa e trasformati, solo ora, in richieste di pagamento a quattro zeri. Ammontano ad oltre 60mila euro le ingiunzioni firmate dal Libero consorzio di Agrigento nei confronti del gestore del servizio idrico, l'ultima delle quali risalente ai giorni scorsi e connessa al depuratore di Siculiana ammontante solamente questa a 10.500 euro.

Depuratore senza autorizzazioni allo scarico, scatta verbale da 9mila euro

Ad oggi il gestore (o ex tale) non ha ancora pagato nulla, essendosi appellato in tribunale per ottenere l'annullamento delle richieste di pagamento, ma ciò che non è chiaro è se adesso che larga parte degli impianti oggetto delle sanzioni sono stati sequestrati dalla magistratura e sono assegnati al Dipartimento regionale per le acque pubbliche siano stati effettuati lavori di adeguamento.

Impianto non autorizzato, verbale a Girgenti Acque per il depuratore di Licata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratori fuori norma e privi di autorizzazioni, emesse multe per oltre 60mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento