menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, depuratore dei reflui: intervengono Cisl e Cgil

Gli esponenti, tramite nota stampa, fanno sapere che: "Il Commissario Straordinario liquidatore ha appena emesso una delibera con la quale vengono stanziati 125 milioni di euro"

Cisl e Cgil di Licata esprimono la loro idea sul depuratore dei reflui di Licata. "Leggiamo, sull’albo pretorio on line dell’ Ato Idrico di Agrigento - scrivono Salvatore Licata e Onofrio Marino - che il Commissario Straordinario liquidatore ha appena emesso una delibera con la quale vengono stanziati 125 milioni di euro per il nostro ambito e per l’ esattezza 75.418.385 per il settore idrico e 49.438.427 per il settore fognario e depurativo. Ancora una volta, le scriventi organizzazioni sindacali Cisl e Cgil di Licata, si ritrovano a dover fare delle considerazioni. Nella primavera del 2012, l’assessorato Regionale all’Energia dava notizia che erano state stanziate le somme (circa 60 milioni di euro) per effettuare una serie di lavori , già previsti nel Pop, (piano opere triennale) del Piano d’ Ambito".

I due esponenti di Cisl e Cgil si pongono degli interrogativi: "Ad oggi non ci risulta sia stato fatto nulla. Oggi nasce questa delibera da parte dell’ Ato e ci chiediamo: farà la stessa fine? Se così non fosse, e questa volta il finanziamento fosse reale, ci chiediamo: dove sono andati a finire i quasi 5 milioni di euro previsti nel Pot 1, per il completamento del nostro depuratore? Perché la voce con relativo finanziamento è sparita in questa delibera, atteso che nulla, in questi anni, si è fatto in termini di manutenzione straordinaria e nulla si è fatto in termini di  completamento? Troppi problemi ci ha dato e troppi problemi ci sta dando questo impianto per non richiedere un incontro con Ato Idrico, al quale chiediamo di partecipare, per rivendicare l’inserimento di questo irrinunciabile intervento a favore del nostro depuratore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento