rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Realmonte

Ecomostro di Punta Grande, il Comune dovrà risarcire la ditta per la demolizione

L'ente restituirà all'azienda circa 37mila euro, cifra pagata per la concessione edilizia

Il Comune di Realmonte rimborserà la ditta che realizzò l'ecomostro sulla spiaggia di Punta Grande. L'edificio fu costruito nel 1989 dalla ditta Scatur, con tutte le autorizzazioni del Comune, e demolito nel 2012 perché abusivo. Un guerra giudiziaria condotta con gli ambientalisti in prima fila, tra ricorsi e controricorsi, che si concluse con l'abbattimento dell'ecomostro, con spese a carico della ditta.

Ma quando l'azienda ottenne i nulla osta per la costruzione dell'edificio - si legge sul quotidiano La Sicilia - iniziò a pagare circa 70 milioni di lire, necessarie per ottenere la concessione edilizia. Soldi che il Comune incassò, per dare il via libera al cantiere. Adesso, la Scatur ha chiesto il rimborso di circa 37mila euro all'ente, che sarà costretto a risarcire l'azienda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecomostro di Punta Grande, il Comune dovrà risarcire la ditta per la demolizione

AgrigentoNotizie è in caricamento