menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Empedocle, Di Rosa: "I conti del Comune sotto la lente dei finanzieri"

Il coordinatore di Noi con Salvini: "Gravi profili di squilibrio finanziario dell'ente, nonché la mancata adozione di misure correttive"

"Il prossimo sindaco di Porto Empedocle si troverà tra le mani diverse 'patate bollenti' e le misure correttive disposte dalla Corte dei conti: i tributi al massimo e licenziamenti di personale in esubero". Lo afferma il coordinatore provinciale di Noi con salvini, Peppe Di Rosa, nell'annunciare l'avvenuta spedizione alla guardia di finanza ed all’autorità anticorruzione di Raffaele Cantone dei documenti e dei provvedimenti che delineano la situazione contabile del Comune empedoclino, evidenziando "gravi profili di squilibrio finanziario dell’ente nonché la mancata adozione di misure correttive".

"Ho spedito questa mattina le 19 pagine del dispositivo depositato dalla Corte dei conti - ha detto Di Rosa -. Dalla lettura della deliberazione emerge, inequivocabilmente, una situazione che parte dal lontano 2011 e che è a dir poco allarmante. Con questa azione intendiamo tutelare la collettività empedoclina, perché si ravviserebbero responsabilità di natura penale in capo all’amministrazione comunale pro-tempore nei periodi incriminati".

"Dall'amministrazione Firetto - prosegue Di Rosa - sono state utilizzate in parte cospicue anticipazioni di tesoreria, 'a destinazione vincolata', di quasi 4 milioni di euro, in spregio alle finalità, (ossia per pagare esclusivamente i debiti maturati alle Ditte e creditori in genere), per spese correnti ed ordinarie: ma quali? La stessa amministrazione comunale ha introitato dalla lotta all’evasione la somma di 305,82 euro a fronte di oltre 200 mila euro, quindi, in aderenza a ciò la domanda sorge spontanea, e cioè: quante risorse umane e finanziarie sono state utilizzate per il recupero di appena 305 euro?"

"Anche la voce relativa ai 'debiti fuori bilancio', - continua il coordinatore del movimento - non sono stati quantificati e quindi non è dato sapere l’ammontare, addirittura sono privi diattestazione dei responsabili dei servizi, unitamente ai mancati riscontri del competente organo (Consiglio comunale) in sede di riconoscimento".

"Per quanto invece riguarda le spese del personale, - incalza Di Rosa - l’amministrazione Firetto è andata oltre ogni limite, utilizzando, incompatibilmente con le condizioni di bilancio, somme per 'l’assistenza al sindaco', da parte della polizia municipale e autista, attraverso l’escamotage del 'Progetto obiettivo', incoerentemente con i presupposti normativi e in assenza di specifici obiettivi, oltre che del Piano della performance, ai fini della quantificazione e misurazione dei risultati conseguiti. Inoltre, in totale e completa incompatibilità “finanziaria e giuridica”, ed in mancanza del parere dell’organo di revisione in merito al piano triennale del fabbisogno del personale, ha dato avvio alle procedure assunzionali di tre unità di personale".

"Pertanto il nuovo sindaco di Porto Empedocle, - conclude Di Rosa - all’indomani della proclamazione, troverà sul proprio tavolo una montagna di patate bollenti, e non potrà esimersi dal mettere in atto tutte quelle misure correttive disposte dalla Corte dei conti, come l’aumento di tutti i tributi comunali (Imu, Tasi, ecc..) e sopprimere incarichi e indennità varie per i dipendenti comunali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento