Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Fatture non pagate alla Wind Tre, il tribunale revoca il decreto ingiuntivo

A proporre ricorso, al tribunale di Roma, contro la richiesta di 6 mila euro è stata una impresa agrigentina

Importi non dovuti. Revocato il decreto ingiuntivo, proposto dalla Wind Tre, per 6 mila euro nei confronti di un'impresa agrigentina. Ad accogliere l'atto di opposizione al decreto ingiuntivo è stato il tribunale di Roma. 

La vicenda ha avuto inizio nell’anno 2018 quando la società di telecomunicazioni Wind Tre spa proponeva - ha ricostruito il legale della ditta agrigentina - ricorso per decreto ingiuntivo nei confronti di una società agrigentina chiedendo il pagamento dell’importo di oltre 6.000 euro per fatture non pagate. La società - con il patrocinio dell'avvocato Margherita Bruccoleri - ha proposto opposizione contro il decreto ingiuntivo. Il legale ha evidenziato che non erano state pagate le fatture in quanto gli importi richiesti non erano dovuti.

Il tribunale di Roma - condividendo la tesi dell’avvocato Bruccoleri - ha revocato il decreto ingiuntivo proposto per oltre 6000 euro dalla società Wind Tre Telecomunicazioni , e pertanto la società agrigentina nulla dovrà pagare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture non pagate alla Wind Tre, il tribunale revoca il decreto ingiuntivo

AgrigentoNotizie è in caricamento