rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cinema

Maricetta Lombardo vince ancora, suo il David di Donatello 2024 per il miglior suono

Nella sua bacheca di trofei si aggiunge un’altra statuetta, questa volta grazie al film “Io Capitano” di Matteo Garrone, regista che l’ha sempre voluta al suo fianco

E’ stato necessario attendere la fase finale della cerimonia per sapere se Maricetta Lombardo ce l’avrebbe fatta. Attesa ricompensata perché, dopo aver consegnato la quasi totalità dei premi, finalmente si è giunti alla categoria miglior suono. L’agrigentina ha trionfato ancora una volta portando a casa un’altra statuetta: suo il David di Donatello 2024 grazie al film “Io Capitano” di Matteo Garrone. Un’opera d’indiscusso valore che si è infatti aggiudicata i premi di maggior peso: miglior film e migliore regia. “Io Capitano” è stato il vincitore assoluto della serata superando “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi che, come da previsioni, ha comunque ottenuto diversi riconoscimenti. Maricetta Lombardo si è imposta di nuovo in una categoria tecnica molto importante, quella del suono in presa diretta. Lavoro che ha condiviso con Daniela Bassani per il montaggio sonoro, con Mirko Perri per la creazione dei suoni e con Gianni Pallotto per il missaggio. 

“E’ stato davvero bello fare questo film - ha detto dopo avere ricevuto il premio - ed è stato un viaggio meraviglioso. Siamo diventati un pò tutti migranti in qualche modo”. Visibilmente emozionata, Maricetta ha ringraziato il cast artistico e tecnico dedicando il premio alla sua famiglia. 

Il film di Garrone ha ottenuto in totale 15 nomination contro le 19 di “C’è ancora domani”. “Io capitano” racconta l’odissea di due sedicenni senegalesi, due cugini con il sogno di diventare musicisti in Europa. All’insaputa delle loro famiglie tentano il viaggio verso l’Italia, uno dei tanti “viaggi della speranza”. Sarà un percorso drammatico e violento, attraverso il deserto del Niger, le carceri libiche, lo sfruttamento del lavoro fino alla traversata in mare che trasformerà l’adolescente Seydou nel “capitano” che il titolo del film suggerisce. 

Per Maricetta Lombardo si tratta del terzo David di Donatello su 7 candidature totali. Lo aveva già vinto per “Gomorra” e “Dogman”, film sempre diretti da Matteo Garrone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maricetta Lombardo vince ancora, suo il David di Donatello 2024 per il miglior suono

AgrigentoNotizie è in caricamento