Cronaca

"Devastò arredi, attrezzature e perfino gli impianti di due treni", denunciato 24enne

Il giovane, indagato per danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio, è stato identificato dopo 2 mesi di lavoro dalla polizia ferroviaria

A torso nudo, vandalizzò – e anche in maniera pesante – lo scalo ferroviario di Agrigento centrale. Dopo due mesi di indagini, serratissime, gli agenti della polizia Ferroviaria sono riusciti a dare un nome e cognome all’autore del raid vandalico e a denunciarlo, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. Importanti, se non addirittura determinanti, i sistemi di videosorveglianza posti a presidio della stazione ferroviaria.

Erano le 4 di notte quando, lo scorso febbraio, un ragazzo, a torso nudo, dopo essersi introdotto nella stazione ferroviaria danneggiò diversi arredi, nonché delle apparecchiature tecniche della stazione e sradicò la barra di ingresso del parcheggio “Pirandello”. Atti vandalici che coinvolsero anche due treni che erano rimasti fermi sui binari della stazione. Sui due convogli ferroviari furono distrutte le cassettine del sistema antincendio, di fatto i mezzi vennero resi inutilizzabili per le programmate corse della giornata successiva. Furono infatti ben tre le corse che vennero, quella mattina, cancellate e inevitabili, e notevoli, furono i disagi per i viaggiatori. Gli agenti della polizia Ferroviaria subito avviarono le indagini che, grazie all’ausilio degli impianti di videosorveglianza della stessa stazione ferroviaria, hanno portato all’identificazione del vandalo. Si tratta di un ventiquattrenne, già noto alle forze dell’ordine. Un giovane che è stato, appunto, denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. L’ipotesi di reato contestata è stata quella di danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Devastò arredi, attrezzature e perfino gli impianti di due treni", denunciato 24enne

AgrigentoNotizie è in caricamento